La Terapia Breve per la sindrome da vomito (vomiting)

psicoterapia roma

La sindrome da vomito.

Ti organizzi, senza che nessuno ti veda, senza che nessuno lo sappia, ti abbuffi di una quantità di cibi indescrivibile – o magari di alcuni specifici che sai tu – e poi… vomiti.

Tecnicamente questa viene chiamata “bulimia con condotte di eliminazione“, ma c’è chi l’ha definita a suo tempo “sindrome da vomito“, o vomiting (Nardone, Verbitz & Milanese, 1999), perché seppure ha un elemento in comune con la bulimia (l’abbuffata) la grande differenza è che il problema più che sull’abbuffata stessa si regge su un altro elemento: il vomito.

E se il problema è diverso, anche la soluzione dev’esserlo. Ed è di questo che si è occupata la Terapia Breve, andando a lavorare sulla condotta presente per estinguerla definitivamente.

Continua a leggere

Non riesco a dimagrire: 6 cose da fare per rovinare la tua dieta

Psicoterapia breve strategica Monterotondo

6 comportamenti che minano le nostre diete

Due giorni fa abbiamo visto il Minnesota Starvation Experiment, per capire come la dieta abbia effetti tangibili sulla mente. Come detto, non ci si può limitare a pensare che mangiare sia solo una questione di ingerimento.

La percentuale di insuccesso delle diete va, secondo diversi studi, dal 50% al 95%. Un gruppo di ricerca guidato da Traci Mann, posto che fare una dieta può essere un percorso utile, benefico o addirittura necessario in diverse occasioni, ha studiato la letteratura in materia arrivando a diverse interessanti conclusioni, sintetizzate nel titolo del loro articolo: “le diete non sono la risposta“.

Penso che molto c’è da dire in materia, ma quello su cui mi voglio soffermare in quest’occasione sono 7 comportamenti che di sicuro faranno fallire una dieta.

Continua a leggere

Facebook ti fa brutta: il social network e l’immagine di sé

Psicologo Monterotondo

Vedere le foto delle proprie amiche online può incidere negativamente sull’immagine del proprio corpo

Che rapporto c’è tra Facebook, il nostro corpo e l’autostima?

Una recente ricerca, che verrà presentata a Seattle a fine maggio, sembra svelarlo: passare molte ore su Facebook può essere negativo per donne e ragazze, andando a intaccare l’immagine che si ha di sé.

E si sa: se non ci piaciamo, l’autostima ne risente.
Continua a leggere

Libri di Terapia Breve – La dieta paradossale

Dott. Flavio Cannistrà, psicologo a Monterotondo e a Roma

Ti interessa il libro?Clicca sull’immagine

Titolo: La dieta paradossale
Autore: Giorgio Nardone

Editore: Ponte alle Grazie
Voto: stellastellastellastellamezza

Una dieta psicologica per dimagrire? Com’è possibile?

Nardone lo spiega in un libro divulgativo, che chiude una trilogia dedicata alle implicazioni psicologiche sul cibo.

E mostra, così, come si possa dimagrire con la terapia breve.

Continua a leggere

Che cos’è l’anoressia?

Dott. Flavio Cannistrà, psicologo a Monterotondo e a RomaIl giudice Peter Jackson si trova di fronte a una scelta difficile. E., 32 anni, non vuole mangiare. È anoressica e non mangia cibi solidi da un anno. Rischia di morire.
Alla fine il giudice Jackson decide: nutrizione forzata. «Un giorno – affermerà – questa donna potrebbe scoprire di essere una persona speciale, la cui vita vale la pena di essere vissuta».

Forse ne hai sentito parlare. Il caso è dello scorso giugno e a fare gran clamore, più che la storia di E., fu la decisione del giudice.

Continua a leggere

Resistere alle tentazioni

Dott. Flavio Cannistrà, psicologo a Monterotondo e a Roma

Se te lo concedi puoi rinunciarvi, se non te lo concedi sarà irrinunciabile (Oscar Wilde)

«Ti ho beccata a mangiarti un cioccolatino di nascosto, eh?».
«Uhm, so cosa può sembrare, ma in realtà sto facendo qualcosa di terapeutico».
«Ah sì, eh? E sarebbe?».
«Lascia perdere, non riuscirei a spiegartelo».
«Beh, provaci!».

Continua a leggere

Mangiare per vomitare?

Vomiting: il “piacere” di mangiare per vomitare

L’anoressia e la bulimia sono la natura morta della società moderna, il ritratto di un malessere diffuso dai nostri tempi. Sebbene i primi casi siano fatti risalire alle “Sante Anoressiche” del Medioevo, è dal secondo dopoguerra che il problema comincia a dilagare e a permeare in tutto il Mondo Occidentale, interessando oggi l’1% della popolazione. Ma il nuovo millennio ha rivelato la scalata di un altro problema legato al cibo, figlio legittimo di anoressia e bulimia e ormai vetta dei disturbi alimentari: stiamo parlando del Vomiting o disturbo da vomito, basato sulla compulsione a mangiare per vomitare.

Continua a leggere