Usare l’ipnosi per controllare il dolore

ipnosi roma

L’ipnosi nel controllo del dolore.

Sai che l’ipnosi può aiutarti a sopportare e controllare il dolore fisico? Può infatti essere utile per ridurre fortemente la sensazione di dolore, o addirittura per farla scomparire.

E non è magia o parapsicologia da ciarlatani: si tratta di processi psicologici conosciuti e applicati scientificamente da più di un secolo – e anche da prima, se arriviamo ai precursori dell’ipnosi.

Una cosa che non tutti sanno, e che tra poco spiegherò, è che lo psicologo è una figura fondamentale per chi soffre per condizioni fisiche: il suo intervento può aiutare a velocizzare i processi di guarigione e a ridurre dolore, stress e altre condizioni problematiche derivate da esse.

E dato che ipnosi e Terapia Breve vanno spesso a braccetto (come ho spiegato in questo video, e occupandomi di entrambe in prima persona – come puoi vedere qui), mi è sembrato utile dedicare un articolo proprio a questo argomento.

Continua a leggere

Usare l’auto-ipnosi per ridurre lo stress

 

psicologo ipnosi roma

Come usare l’ipnosi per abbassare lo stress?

Sono due ore che giri e il tipo che guida davanti a te si è infilato nell’unico buco di parcheggio? E durante la giornata come è andata? Colleghi vipere che cercano di farti le scarpe, un litigio con il tuo partner, i ragazzi che rischiano la bocciatura?

Non è il singolo episodio in se stesso, ma il loro insieme, il cumulo, a logorarti. Ora dopo ora, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Rumori, preoccupazioni, impegni, grane piccole, medie e grandi, persino i successi e le soddisfazioni concorrono a fare massa.

Sono i normali disagi della vita quotidiana, quelli che scandiscono i ritmi della nostra vita – e, paradossalmente, sono la stessa vita. Siamo abituati ad associarli ai nostri tempi, a considerarli la norma – ma non dovrebbe essere così.

E se ti indicassi un metodo per imparare a gestire e ridurre lo stress?

Continua a leggere

Qual è l’attività fisica migliore per il benessere?

Dott. Flavio Cannistrà, psicologo a Monterotondo e a RomaRispondo subito alla domanda: qualunque, perché fare attività fa bene.

Lo penso anch’io, soprattutto ora che si avvicina la prova costume
Giusto, ma fare attività fisica per dimagrire è solo uno degli obiettivi. Più in generale serve per stare bene completamente, per raggiungere un più alto livello di benessere.

Pensa solo a 2 implicazioni:

1) Se fai sport ti tieni in forma: vuol dire che fisicamente ti senti meglio e ti vedi meglio. Se la percezione che hai di te è costantemente negativa – magari per via di doloretti, fitte, tensioni e inestetismi – il tuo stato mentale ne risente. Come dire: è difficile sentirti bene se qualcosa ti fa male! L’attività fisica ti permette di far funzionare meglio tutto l’organismo e di avere un riscontro positivo. Sai, ad esempio, che larga parte dei mal di testa è data dai muscoli di collo e spalle che, per eccessivo stress e posture sbagliate, si contraggono?

2) Se fai sport dedichi del tempo a te stesso: questo vuol dire che ritagli uno spazio, un’ora o due, in cui fai qualcosa per te. Quante volte lo farai oggi? Quante volte durante questa settimana? In quante occasioni fai qualcosa che è solo per te – non per lavoro, non per la famiglia, non per necessità: per te, il tuo piacere, il tuo benessere?
Ma anche lavoro e famiglia sono importanti
Certo! E ricavare uno spazio per te non vuol dire escluderli, anzi: ti dà modo di sentirti più soddisfatto e di dare ancora di più anche in quei contesti.

Questi due punti sono importanti.
La percezione che hai di te determina il tuo modo di essere e di comportarti. Se ti percepisci in forma, forte, energico, ma anche semplicemente “attivo”, in contrasto con la sedentarietà quotidiana, oppure attivamente rilassato, all’opposto della frenesia lavorativa, ti sentirai più in forma, forte, energico anche psicologicamente.
E perché?
Per tanti motivi, ma pensa due cose: l’attività fisica stimola la produzione di endorfine, che sono degli antidolorifici e antidepressivi naturali; in più ti permette di spezzare la routine ed entrare in contatto con altre persone, se ne hai voglia. Aggiungi che, come detto sopra, se inizi a vederti in forma sei certamente più contento di te…

Se ho capito bene, dici che dedicare del tempo a fare movimento, sport o simili, aiuta il corpo a tenersi in forma e a stare meglio con noi stessi e con gli altri“.
Esatto. D’altronde l’attività fisica ormai viene integrata all’interno delle terapie mediche e psicologiche, spesso come aggiunta importante, ma a volte come vera e propria prassi terapeutica.

È che io spesso non so che fare…
In realtà va bene qualunque cosa: non esiste lo sport o l’attività giusta, ma quella più piacevole per te. Io, per esempio, ho fatto di tutto: dal basket al nuoto, dai pesi alla corsa, dal judo al krav maga, dallo yoga al tai chi… Mi piace cambiare, e quello che ci tengo a sottolineare è che non devi necessariamente trovare “lo sport della tua vita”: c’è a chi piace sperimentare. L’importante è che ti ricordi che il tuo corpo va tenuto in movimento per un benessere completo.

E come faccio a trovare quello più adatto a me?
Informati e sperimenta! Anzi, se hai provato delle attività interessanti lascia subito un commento qui sotto e racconta la tua esperienza!

Dott. Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Terapia Breve Strategica
e Ipnositerapia

Riferimenti bibliografici
Meli, E.
(23 maggio 2013).
Il movimento è una cura che richiede tempi e dosaggi giusti. In Corriere della Sera (online)

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
“Ho proprio bisogno di staccare”
Vacanze ideali
I piccoli piaceri personali