Scrivimi di quando stai male

psicoterapeuta bravo roma

Scrivere per stare meglio.

Sì, hai capito bene: scrivi a me.

Tempo fa lessi una storia che ora ti racconterò, e che a me è stata molto utile.
Non possiamo risolvere tutti i nostri problemi scrivendo, ma la scrittura si è mostrata un potente strumento terapeutico, utile in tante situazioni, per tante problematiche.

Ne scrissi nel mio articolo “Caro diario terapeutico”: usare il potere della scrittura, e ad oggi i risultati delle ricerche scientifiche mi confermano le straordinarie risorse di questo strumento.

Quindi, in che modo puoi usarlo?

Come la scrittura può aiutarti

Come già detto altrove, la scrittura può aiutarti a:

  • ridurre i pensieri ossessivi
  • gestire le emozioni negative
  • ridurre l’ansia e migliorare l’umore
  • ridurre i sintomi psicosomatici

E altro ancora.

Ma come puoi scrivere?

Le lettere mai spedite a Milton Erickson

Milton Erickson lo avrai forse già sentito su queste pagine. Non mi piace l’atteggiamento veneratorio di chi erige a messia qualcuno, nemmeno se è stato a tutti gli effetti una grande persona, nonché umile e modesta come Erickson, che tutto fece tranne che accettare di essere venerato.

Rimane il fatto che Erickson, ipnoterapeuta scomparso nel 1980, ha avuto una grande influenza sulla psicoterapia mondiale, grazie alla sua abilità e al suo pensiero innovativo.
Oggi a noi interessa un aspetto particolare, addirittura marginale, della sua esperienza.

La mia voce ti accompagnerà erickson

Ti interessa il libro? Clicca sull’immagine.

La figlia Betty Alice Erickson racconta come molti scrivessero al padre da tutto il mondo, ma diverse lettere non arrivavano mai, perdendosi nelle intricate maglie dei servizi postali. Tuttavia, tempo dopo alcuni riscrivevano dicendo: “Grazie, Dr Erickson. Ho capito perché non mi ha risposto, e ora so che ha fatto bene. Il semplice scriverle mi ha permesso di trovare le risorse per risolvere il mio problema.”

Come è possibile? Semplicemente scrivendo, senza ricevere risposta dal terapeuta, la persona riceveva un beneficio.
Ecco come Milton Erickson raccontava la cosa:

Molti pazienti mi hanno scritto lettere in cui mi spiegavano che volevano essere aiutati… e poi non le hanno spedite… hanno attraversato quel processo cosciente formale di chiedere aiuto e poi il loro inconscio rispondeva alla richiesta. Così, quando io sarò soltanto un ricordo, continua ancora a scrivermi e il tuo inconscio può rispondere alla tua lettera.

Milton Erickson dava spesso consigli di questo genere. Se non lo hai mai “incontrato”, ti consiglio un libro divulgativo bellissimo, La mia voce ti accompagnerà, ricco di storie e spunti di crescita.

Attivare le tue risorse

Non è strano che scrivendo accada questo.

Tutti gli psicologi sanno che molte persone li contattano per poi disdire l’appuntamento all’ultimo. In buona parte questo si spiega per via del fatto che il semplice attivarsi per risolvere un problema mette in moto una serie di meccanismi e funzioni per i quali la persona comincia già attivamente ad affrontare il problema, o a percepirlo in modo diverso prima ancora di vedere lo psicologo.

Scrivere probabilmente attiva proprio questi meccanismi. D’altronde, tra le spiegazioni degli effetti terapeutici della scrittura c’è proprio il fatto che essa aiuta a rendersi meglio conto del proprio stato, ad esprimere sentimenti ed emozioni, a riorganizzare affetti e pensieri.

Ecco il potere della scrittura.

Scrivimi di te

psicologo bravo roma

Scrivi come se dovessi inviarmi una lettera.

Oggi giorno mi scrivono diverse persone. Cerco di rispondere a tutte, il più velocemente possibile, ma non sempre mi è possibile farlo come vorrebbero.

A volte ricevo delle lunghe email, in cui la persona descrive accuratamente il problema e mi chiede un suggerimento. Purtroppo, però, per deontologia professionale non posso rispondere specificatamente: sia chiaro, cerco di rispondere sempre all’email, ma ciò che non posso fare è dare uno specifico suggerimento su una situazione che non conosco.

Eppure oggi un consiglio posso darlo, a tutti.

Se c’è un problema, un dubbio, una questione che ti tormenta, scrivimi una lettera. Fallo con carta e penna, se possibile, perché si è visto che è meglio che esprimersi attraverso uno schermo; puoi anche usare un taccuino o un’agenda specificatamente riservata a questo. Comincia con “Caro Flavio”, o “Caro Doc”, o “Caro Dottor Cannistrà”, come preferisci, e poi vai avanti a spiegarmi il tuo problema.

Entraci dentro, lascia parlare le emozioni, esprimi pensieri e sentimenti, descrivi il contesto e la situazione come se abitassi lontano migliaia di chilometri, dall’altra parte del mondo, e la tua lettera dovesse percorrere un lungo viaggio per raggiungermi, e volessi descrivere tutto quanto per essere sicuro che io possa comprendere tutto appieno.

Datti uno spazio apposito per farlo: magari la sera, prima di andare a dormire, o un momento in cui sai di avere almeno una mezz’ora per te. E lascia andare la penna sul foglio.

Poi firma la lettera, chiudila, se vuoi imbustala, e mettila da parte: in un cassetto, dentro l’armadio, tra i libri… dove preferisci. E aspetta. Potrai anche scrivere più lettere, per più giorni, e tenerle tutte lì.
Come detto, non dovrai spedirla, non è quello lo scopo: lo scopo è attivare l’inconscio e le risorse personali affinché trovino una risposta.

Per lo stesso motivo, non rileggerle, non subito: lascia passare molto tempo, o non farlo affatto. Non ne hai bisogno. Se userai un’agenda, resisti alla tentazione di andare a rivedere cosa hai scritto: fidati di me.

Conclusioni

psicologo bravo monterotondo

Lo psicologo rimane la figura di riferimento.

Come sai, se segui queste pagine, sono uno psicologo molto pratico: studio le Terapie Brevi proprio perché voglio risultati chiari, pragmatici, osservabili e rapidi. Però sai anche che lo scopo di questo sito è sempre stato quello di fornire alcuni suggerimenti – validati dalla scienza – da spendere prima di rivolgersi a uno psicoterapeuta: se non dovessero essere sufficienti, farai sempre in tempo a contattarne uno.

Naturalmente non può essere la panacea per tutti i mali. La scrittura è stato dimostrato avere un forte potere terapeutico, ma questo non significa che possa risolvere ogni cosa, che possa essere adatta per tutto, o che possa essere del tutto risolutiva. Devi sempre avere ben presente che esistono cose che puoi fare per provare a star meglio, ma che la figura a cui riferirti per i tuoi problemi emotivi, relazionali e comportamentali è lo psicologo.

Scrivermi queste lettere funziona allo stesso modo: una nuova piccola strategia per cominciare, con le tue risorse, a provare a superare i tuoi problemi.

Dr Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Terapia Breve
Terapia a Seduta Singola

Ipnosi

Rimani aggiornato su tecniche, strategie e informazioni di Terapia Breve.
Iscriviti alla mia newsletter. Riceverai 3-4 e-mail al mese e potrai cancellarti quando vuoi.
Compila il modulo qui sotto:

Oppure cerchi uno psicologo a Roma, Monterotondo o online?
Puoi prendere direttamente un appuntamento con me.

Clicca qui.

Bibliografia

Erickson, M. H. (1982). La mia voce ti accompagnerà. Roma: Astrolabio-Ubaldini.
Frattaroli, J.
 (2006). Experimental Disclosure and Its Moderators: A Meta-Analysis. In Psychological Bulletin, Vol. 132, n° 6, pp. 823–865.

Pennebaker, J.W. (2004). Scrivi cosa ti dice il cuore. Milano: Erickson.

2 thoughts on “Scrivimi di quando stai male

  1. Caro Flavio… no non voglio scriverti una lettera terapeutica ma soltanto dirti che, pur non sapendo il motivo che ora hai sapientemente spiegato tu con questa e-mail , io spesso ricorro allo stratagemma dello scrivere lettere mai spedite e che il solo scriverle mi ha risolto il problema. Non lo sapevo che è una vera terapia l’ho sempre fatto…lo faccio mettendo la lettera scritta a mano nel cassetto.oppure scritta sul pc nelle bozze dell’ e-mail…in attesa di essere spedita quando meglio lo ritengo opportuno..e poi non la invio più al massimo la rileggo. Grazie Dott. Flavio

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...