Stress e infarto: come ci aiuta la psicosomatica

In che modo la tua mente indebolisce il tuo corpo?

Nunzio Paci

“Mio fratello è un albero ed io le sue radici”, opera di Nunzio Paci

Mente e corpo sono connessi, ormai lo sappiamo. Molti si sono interessati a questo collegamento. Nello specifico c’è chi ha visto come la sofferenza emotiva (e più in generale psicologica) produce effetti negativi sul tuo corpo.

La branca di studi che dà un disegno di questo quadro è la psicosomatica.

Dalla perdita di capelli ai problemi cutanei, dalla gastrite da stress fino al cancro: la mente può avere effetti spaventosi sul corpo.

Ricordo un signore che mi parlò di un brutto eritema, un’irritazione della pelle che gli aveva preso parte dell’avambraccio e lo infastidiva al punto di tenerlo sveglio la notte: era comparso poco dopo la morte del padre, avvenuta dopo una lunga e sofferta agonia.

Ma è possibile individuare uno stile di vita a rischio?
Esistono dei modi di comportarsi che predispongono più facilmente a determinate malattie fisiche?

Secondo Meyer Friedman e Raymond Rosenman, sì.
Nel 1959 formularono un’ipotesi: uno specifico stile di comportamento può essere associato a un rischio elevato di veder insorgere una malattia coronarica. Fu chiamato comportamento di tipo A (in inglese, Type A coronary-prone behavior).
La persona che lo mette in atto presenta queste caratteristiche:

  • ha sempre fretta, è schiacciata dal tempo e dalle scadenze
  • è eccessivamente coinvolta nel lavoro
  • è ambiziosa e competitiva
  • è impaziente, si annoia facilmente
  • è ostile, cinica e irritabile
  • è ansiosa e impulsiva
  • ha uno stile di espressione enfatico, gesticolante, a volte arrogante, con toni di voce elevati e vigorosi, e un linguaggio rapido e incalzante
  • mira al successo e alla valorizzazione sociale
  • è sempre tesa, impegnata senza tregua verso obiettivi non sempre ben definiti

Ti ritrovi in qualcuno di questi punti?
È possibile ed è anche normale.
Queste voci sono state affinate col tempo e oggi nei DCPR (Diagnostic Criteria for use in Psychosomatic Research – cioè i Criteri Diagnostici per la Ricerca Psicosomatica) si pone diagnosi di “comportamento di tipo A” quando ne sono presenti almeno 5 su 9.

«Quindi se ne ho 5 sono fregato? Mi aspetta l’infarto?!».
No, per fortuna.
Prima di tutto, l’uomo difficilmente funziona come la matematica elementare, dove 2 + 2 fa sempre 4. Ad oggi si è visto che assieme ai fattori di rischio sopra esposti, ci sono fattori di protezione che possono scongiurare il peggio.
In secondo luogo, nel corso degli ultimi 50 anni sono stati verificati una serie di studi rigorosi in ambito scientifico per scoprire se l’ipotesi di Friedman e Rosenman fosse vera: se i primi tendevano a convalidarla, i più recenti l’hanno in parte smontata.

«Quindi oggi cosa si sa?».
Si sa che individuare il comportamento di tipo A è utile, perché aiuta a comprendere un quadro complesso (pare che l'”ostilità” sia la caratteristica più fortemente correlata tra comportamento e malattia), ma da solo non è altamente predittivo.

Inoltre si è visto come consulenza psicologica e psicoterapia portano a ridurre il rischio di queste malattie.
«In che modo?».
Ti permettono di affrontare con maggior sicurezza, e soprattutto con comportamenti più funzionali e adeguati, le sfide e le complessità contro cui vai ogni giorno, modificando un modo di porsi che può essere a rischio.

«Quindi, se ho capito bene, i comportamenti di tipo A sono un fattore di rischio, ma non l’unico».
Esattamente.
«E ce ne sono altri, che mi permettono di capire se sono a rischio?».
Certo, e lo vedremo nell’articolo di mercoledì prossimo.
«Mercoledì?».
Già, per tutto dicembre gli articoli si spostano dal lunedì al mercoledì: segnalo sulla tua agenda ;)

Dott. Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Terapia Breve Strategica
e Ipnositerapia

 

Riferimenti
Trombini, G., Baldoni, F. (1999). Psicosomatica. Bologna: Il Mulino.
Porcelli, P. (2009). Medicina psicosomatica e psicologia clinica. Modelli teorici, diagnosi, trattamento. Milano: Raffaello Cortina.

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...