Al di là dei tabù: superare l’impotenza maschile

Uno dei più grandi ostacoli al benessere psicologico è il tabù.

psicologo sesso roma

Come superare problemi sessuali? Iniziare a parlarne e poi rivolgersi a uno specialista è la cosa migliore.

Già “benessere psicologico” ci spaventa come parola, perché pare che il suo contrario sia “follia”, “pazzia” o più volgarmente “Sono matto”. Un po’ come se il contrario di “benessere fisico” fosse “Sto morendo”.

E quando parliamo di alcuni temi, come i problemi nella sessualità, i tabù sembrano ancora più grandi: non molti sono pronti a dichiarare di avere un problema sotto le lenzuola.

Eppure qualcosa sta cambiando.

Vittime dei tabù

Si può stare male psicologicamente, si può soffrire cioè a causa di comportamenti, sentimenti, pensieri, prestazioni che non funzionano come sempre, che in qualche modo ti provocano dolore, o rabbia, o paura; o che ti limitano, ti rendono incapace di superare un ostacolo, ti lasciano incatenato a una situazione che desidereresti a tutti i costi superare.

Il tabù lascia integre quelle catene. Pensare che di un problema non si può o, peggio, non si deve parlare le rinforza, addirittura, inchiodandoti al problema fino a quando diventa una nuova normalità – ma una normalità piena di sofferenza. L’uomo si abitua a tutto, anche a stare male.

E così finisci per diventare vittima dei tuoi tabù, schiava di credenze che hanno potere solo se glielo lasci prendere. Un limite appreso, insomma, descritto in un bel libro dal titolo Quando il sesso diventa un problema, di Giorgio Nardone e Matteo Rampin.

In terapia breve, spesso, ciò che si fa è proprio questo: aiutare la persona, con poche e semplici mosse, a liberarsi dai suoi limiti appresi.

Qualcosa sta cambiando

Quindi è bello leggere che certi tabù cadono. Come quello relativo alla disfunzione erettile, o impotenza.

Oggi nel 32,8% dei casi chi ne soffre si confida con la partner, nel 30,1% con il medico specialista, e il 20,1% si confronta anche con altri uomini colpiti dallo stesso problema. È il primo passo, quello più importante, quello che può portare alla soluzione.

In più oggi, rispetto a dieci anni fa, il triplo dei medici consiglia di rivolgersi anche a uno psicologo, poiché è noto che cause di tipo psicologico possono largamente influenzare o addirittura determinare il problema.

Si inizia così, con un passo, facendo cadere un velo, il tabù, per vedere che dietro c’è chi ha affrontato e superato il tuo stesso problema. E così scopri che non sei solo, e in più questo viaggio ha una chiara meta.

Dott. Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Terapia Breve Strategica
e Ipnositerapia

Riferimenti bibliografici
Nardone, G., Rampin, M.
(2005). Quando il sesso diventa un problema. Milano: Ponte alle Grazie.

Quotidiano Sanità (22 settembre 2012). Disfunzione erettile. Non è più un tabù

Scrivi un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...